Ferrovie della Calabria - I sindaci rivendicano il diritto al servizio


I sindaci dei comuni di Carlopoli, Cicala, Conlenti, Decollatura, Gimigliano, Miglierina, Panettieri San Pietro Apostolo, Serrastretta e Soveria Mannelli, preoccupati per il blocco del servizio del trasporto pubblico da parte delle Ferrovie della Calabria della tratta ferroviaria Soveria Mannelli-Catanzaro e dei servizi di autolinea, hanno costituito un Cordinamento di sindaci, pronto anche a gesti eclatanti pur di vedere sbloccata una situazione divenuta ormai insostenibile. La tratta ferroviaria in questione è storicamente la linea di collegamento tra l’entroterra del Reventino e la città di Catanzaro, utilizzata soprattutto dagli studenti e dai pendolari che ogni giorno devono viaggiare per recarsi a lavoro. Da mesi ci sono stati disservizi fino ad arrivare all’attuale situazione di blocco totale del trasporto pubblico. Il Coordinamento dei sindaci invierà a tutti gli enti e alle autorità competenti: quali il Ministero dei Trasporti, il Prefetto di Catanzaro, il Presidente della Giunta Regionale, il Presidente della Provincia di Catanzaro e l’assessore regionale ai trasporti una propria nota in cui farà presente che la situazione è ormai insostenibile, e che “i sindaci e le popolazioni del Reventino non possono vedere lesi i propri diritti di mobilità ed il diritto allo studio, diritti costituzionalmente garantiti e quindi inviolabili. Il permanere del blocco dei servizi di trasporto pubblico, che non può più essere tollerato, vedrà costretti i Sindaci e la popolazione a manifestare il proprio disagio nelle forme più opportune ed efficaci e non è possibile escludere forme di protesta di anche eclatanti. Inoltre i sindaci  sono pronti a denunciare presso le autorità competenti l’interruzione di pubblico servizio ove dovesse persistere il blocco degli stessi".
Angela Perri
Home page