Ma gli studenti che devono fare folla all’inagurazione sono per caso quelli del Liceo Costanzo?

Il Sindaco, dopo il flop di alcune manifestazioni iniziate in ritardo per mancanza di pubblico, da un paio di anni ha escogitato la furbata di far intervenire i ragazzi del Liceo Costanzo alle manifestazioni più disparate.
Lunedì per l’inaugurazione della vecchia Scuola di San Bernardo, restaurata con un finanziamento regionale, ha ritenuto di organizzare in piazza un inverosimile dialogo degli studenti del comprensorio Reventino Savuto  con il Presidente della Giunta Regionale Mario “Palla Palla” Oliverio.
Di fronte al manifesto di una inaugurazione inopportuna e ridicola è necessario però ricordare al sindaco che:
  1. Il Museo, attualmente allocato presso i locali della ex scuola materna Casenove, è stato denominato,  con delibera del Consiglio Comunale presieduto dal Sindaco Luciano Molinaro, “Museo della nostra terra” per distinguerlo dai banalissimi musei della civiltà contadina che in migliaia di posti sperduti ospitano oggetti solamente vecchi;
  2. Distogliere i ragazzi dallo studio per farli partecipare a una kermesse preelettorale è una interruzione di un pubblico servizio che un Sindaco ed un Preside attenti alla didattica, più che alla propaganda politica locale, dovrebbero assolutamente evitare. L’incontro con Oliverio, in piazza e senza un tema specifico, non ha assolutamente valenza formativa per cui …
  3. Dopo l’inaugurazione di giorno 14 è necessario che il Museo della Nostra Terra sia aperto ogni giorno per accogliere i visitatori che ci auguriamo siano conteggiabili in migliaia e non nelle poche decine degli ultimi quattro anni. Se niente è stato ancora predisposto per il funzionamento che cosa andiamo ad inaugurare ? dei bellissimi locali che resteranno vuoti? 

Home page