Un seggio da consigliera di minoranza: questa sarà la fine della parabola del Sindaco Cardamone

L’annuncio della ricandidatura di Anna Maria Cardamone non è certamente una novità per chi ha seguito la parabola discendente di un sindaco partito strombazzando alla grande la legalità e la partecipazione e poi finito a fare personalmente, o a sopportare dai suoi dirigenti, una miriade di atti illegittimi ed in contrasto con leggi e regolamenti.
Da candidato debbo dire alla collega  Cardamone  che gli elettori che inseguono le mode del cambiamento giovanilistico non voteranno né la mia nè la sua di liste, e non avendo lei la carta dell’affidabilità, e della disponibilità umana verso i cittadini, non potrà che classificarsi, nel migliore dei casi, al terzo posto su quattro.
In ogni caso per rispondere ad un suo post su Facebook io condurrò una campagna elettorale con la stessa correttezza che lei ha avuto verso il suo predecessore….
Home page