Intervista dell'architetto Mario Perri alla Gazzetta del Sud

D -Lei è stato già sindaco di questo paese nella passata consiliatura, cosa l’ha spinta a ricandidarsi di nuovo?
R – Una gestione scialba, parolaia e inconcludente bloccando diverse  iniziative avviate, una per tutte la  Fiera della Montagna che non è stata più organizzata, ha provocato uno stallo ed ha aggravato la crisi, già esistente per problemi nazionali,delle attività legate al turismo e alla ristorazione, un tempo fiorenti a Decollaturaper la mole notevole di visitatori della domenica o villeggianti;  
D -Da ex sindaco, su questa scia vorrebbe realizzare una consulta degli ex amministratori, quale ne è il motivo principale?
R – Io penso che chi decide, in questi tempi di rigetto della politica e di ogni impegno,  di dedicare il suo tempo a fare l’amministratore di un comune  debba essere tenuto in considerazione anche dopo la cessazione della carica perché il patrimonio di conoscenze che si acquisiscono, specialmente facendo il Sindaco o l’assessore, è un patrimonio di sapere che puo’ servire, specialmente a nuovi amministratori giovani, per operare meglio.  i consigliere che  chi decide In un piccolo paese
D - Quali sono a suo giudizio le azioni urgenti da intraprendere nel breve periodo?
R – Il nostro programma  prevede  19 azioni immediate da realizzare in tempi brevissimi per far ripartire il paese:
1.      Cancellazione addizionale IRPEF,
2.      Discontinuità gestionale con attribuzione, nell’immediato, della responsabilità dei servizi al Sindaco per quanto riguarda il settore Tecnico, al Vice Sindaco per il settore Amministrativo ed a un assessore esterno per quanto riguarda Finanziario e Tributi.
3.      Revoca affidamento diretto, attuato in violazione di legge, alla Promidea del Progetto di Accoglienza ai Rifugiati ed effettuazione di una gara regolare;
4.      Revoca dell’affidamento del servizio lampade votive, affidato dalla Giunta, e non dal Consiglio, con una perdita annua per il comune di circa  15.000 euro
5.      Rilascio di tutti i permessi di costruzione le cui domande sono giacenti in comune;
6.      Riapertura del campo di calcetto del Foro Boario;
7.      Ripristino pali illuminazione spenti per il “presunto” risparmio;
8.      Apertura degli uffici Comunali 8-14 e 15-18 nei giorni di martedì e giovedì;
9.      Recuperò nella disponibilità del comune del terreno sito in località Adami ed attualmente gestito dalla Cooperativa l’Arco, senza che la stessa abbia pagato il fitto al Comune;
10.  Revoca dell’affidamento dei locali del Parco Letterario alla Associazione Dalidà e affidamento all’associazione Parco Letterario o ad altra associazione di Decollatura;
11.  Spostamento della scuola elementare di Casenove nell’edificio scolastico di Piazza Perri;
12.  Ricognizione della situazione dei Tributi Comunali, con l’aiuto di un esperto di chiara fama nazionale che presterà la propria opera gratuitamente, e deliberazione di un Condono per permettere ai cittadini, che si sono trovati nell’impossibilità di pagare, di sanare le situazioni debitorie pagando in modo dilazionato e con l’azzeramento delle sanzioni;
13.  Revoca della delibera di intitolazione del vico Verdi al Senatore Gigliotti e intitolazione allo stesso della Piazzetta  antistante l’ex scuola di San Bernardo. Il cambio è opportuno per evitare disagi ai cittadini residenti ed ai proprietari degli immobili e nel contempo per rispettare la Circolare Ministeriale che sconsiglia vivamente i cambi di strada;  
14.  Chiusura dei rapporti con la Società Equitalia e organizzazione di un servizio di incasso dei tributi autonomo;
15.  Ricognizione della situazione finanziaria del Comune, sotto il controllo di una commissione consiliare nominata ad hoc e con la presenza anche della minoranza, per accertare la veridicità di tutti i numeri delle contabilità del Comune;
16.  Approvazione del Regolamento per il Baratto Amministrativo al fine di permettere ai cittadini di sanare una parte dei tributi non pagati con prestazioni di lavoro. Negli anni successivi tale facoltà sarà estesa anche ad una quota dei tributi da pagare;
17.   Convenzione con il comune di Platania (che ha in organico sia il responsabile del servizio tecnico e sia di quello finanziario) per la gestione associata dei servizi;
18.   Creazione di un gruppo di lavoro, composto da tecnici decollaturesi disponibili a collaborare gratuitamente,  per l’elaborazione di proposte progettuali e per l’assistenza per la partecipazione a bandi regionali o nazionali
D - Mi rivolgo a lei in qualità di tecnico, a suo giudizio cosa va e cosa non va del nuovo Piano strutturale comunale (Psc)?
R – E’ errata l’individuazione della zona produttiva su un’area scoscesa e di natura boschiva mentre esistono delle aree , alcune di proprietà comunale, poste vicono allo svincolo della costruenda strada medio savuto e  più idonee. Di alcuni terreni e fabbricati di proprietà comunale e da alienare non è prevista uan destinazione d’uso tale da poterli riconvertire e quindi vendere con più facilità. Per il resto il Progettista ha fatto un lavoro pregevole;
D -Lei vorrebbe una maggior partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica mi par di capire, non si fida più dei partiti per caso?
R – Io credo che i cittadini debbano interessarsi ed oggi, con al crisi dei partiti, debbano crearsi altre occasioni di dibattito e di formazione dei cittadini futuri amministratori della cosa pubblica;
D - Tra l’altro parla pure di democrazia digitale, una novità nel panorama politico locale, vero?
R – Io per motivi professionali mi occupo di comunicazione sul web e penso che i social network, e tutte le funzioni dei nostri telefonini, possano essere utilizzate per tenere in contatto il Sindaco di un piccolo comune con i suoi cittadini con uno scambio reciproco di informazioni. Noi in caso di vittoria utilizzeremo una applicazione, creata da me per le emergenze :il cittadino potrà ricevere tutti gli avvisi sul suo smartphone  e contemporaneamente segnalare ogni qualsiasi problema o emergenza ai vari responsabili. La stessa applicazione permetterà ad ogni cittadino di avere tutte le notizie sull’attività del Sindaco, delal Giutna e del Consiglio e tutti gli avvisi di pubblica utilità.
D -Sull’ambiente quali soluzioni veramente convenienti e sostenibili possono essere adottate a suo giudizio?
R – Noi non permetteremo l’installazione di pale eoliche e di centrali a biomasse nel territorio comunale e attueremo un controllo del territorio con la collaborazione di associazioni di vigilanza ambientale. Nle Parco Comunale realizzeremo un centro di educazione ambientale per le scuole e per tutti i cittadini;
D - Molte sembrerebbero le iniziative da assumere per valorizzare Decollatura, del resto il fatto stesso che abbia chiamato la lista “Paese mio” lo starebbe a dimostrare, ma non crede nella sinergia con gli altri comuni vicini?

R – La sinergia con i comuni vicini è assolutamente necessaria e noi ci crediamo tanto, abbiamo anche i rapporti di amicizia consolidati con i Sindaci del Circoandario e anche con quello di Lamezia per cui avvieremo immediatamente un lavoro di raccordo e di gestioen associata dei servizi in particolare con Soveria Mannelli e Carlopoli;
Home page