UniCal e Rende unite nel nome di Cecchino Principe: la proposta di Innova Rende

In occasione delle celebrazioni per il 50º anniversario dalla firma del decreto del Presidente della Repubblica Italiana Giuseppe Saragat, in data 16 Aprile 1971, che sanciva la nascita dell'Università della Calabria nel Comune di Rende, alle quali noi di Innova Rende non possiamo che condividere, con orgoglio, questa ricorrenza, in virtù dell'eccellenza che l'Ateneo rappresenta in tutto il Mondo. Riteniamo altresì meritevole di attenzione, da parte dell'Università della Calabria e del Comune di Rende, l'impegno profuso dall'on. Francesco Principe, che in quegli anni ricopriva le cariche Istituzionali di Parlamentare della Repubblica Italiana e di Sindaco della Città di Rende, che ebbe un ruolo decisivo affinché l'Università della Calabria vedesse la luce nella città da lui governata con amore.  

Tra le tante iniziative portate avanti dall'on. Francesco Principe per battere la concorrenza proveniente da altre realtà territoriali che ambivano all'Ateneo, ci piace ricordare, l'attivazione di una massiccia, celere e per certi versi unica campagna di espropri di terreni per pubblica utilità, circa 250 ettari, azione notoriamente tra le più ardue da compiere alle nostre latitudini, affinché la città di Rende avesse enormi spazi ed i migliori parametri per ospitare l'Università, nonostante l'aperto contrasto generatosi con molti dei proprietari terrieri di allora,  che a quei tempi erano  per lo più contadini, che vedevano nella terra la loro unica fonte di sostentamento. 

Inoltre, per comprendere al meglio la statura, l'ampiezza di vedute e  la capacità di incidere positivamente sulla macchina amministrativa che, sempre durante la sua Sindacatura, nel 1971 la città di Rende fu tra le prime realtà del Mezzogiorno d'Italia ad adottare un piano regolatore generale tra i migliori del Bel Paese, che consentì al territorio di svilupparsi nel rispetto della legalità, della tutela paesaggistica e del verde pubblico.

In virtù di tutto ciò, riteniamo corretto che il nome dell'on. Francesco Principe venga affiancato a quello del compianto Magnifico Rettore dell'UniCal, prof. Pietro Bucci, nello Spazio Pubblico in prossimità dell'inizio del Ponte dell'Università della Calabria e della via entrambi intitolati alla memoria del compianto Magnifico Rettore prof. Pietro Bucci, in quello che vuole essere anche un abbraccio simbolico tra due delle figure decisive per la nascita e lo sviluppo dell'Ateneo.

Sarebbe, altresì, di buon augurio per il prossimo anno accademico 2021/2022, nella speranza che la Pandemia da Covid-19 possa essere superata il prima possibile, che le giovani matricole dell'Unical siano messe a conoscenza del fatto che, anche in Calabria, vi sono stati politici illuminati che hanno servito nel senso più alto del termine le Istituzioni ed in questo senso, il nome dell'on. Francesco Principe è certamente un nome da portare ad esempio.

Chiediamo, pertanto, agli Illustri Rappresentanti delle Prestigiose Istituzioni da noi interpellate, di attivarsi affinché questo nostro accorato appello, certamente molto sentito dall'intera comunità Calabrese, possa essere accolto, così da affiancare la memoria dell'on. Francesco Principe ad una delle più felici pagine di emancipazione culturale, sociale, economica che la nostra Regione abbia fin qui conosciuto.


Innova Rende

Posta un commento

0 Commenti